martedì 21 ottobre 2008

Ho due amici che abitano all'estero. Teo vive da ormai 5 anni in giro per l'Europa, fra Londra e Praga cerca di realizzare un film. Carlo studia ed insegna degli States.
Hanno la mia età, più o meno, e hanno lasciato tutto per inseguire un sogno.
Qualche giorno fa Luca mi ha chiesto se avevo voglia di partire e, istintivamente, ho risposto che non ne avevo voglia sapendo di dover tornare.
E' un'idea che mi è venuta in mente mentre scendevo a Genova lo scorso week end: ero sul treno ed ero felice semplicemente perchè mi muovevo, perchè stavo viaggiando in una qualche direzione. Vorrei che il viaggio fosse solo questo, non un partire e tornare, ma l'andare in un moto senza meta, magari non perpetuo, ma comunque indefinito.
Vorrei TEMPO, una bolla di tempo da investire in un viaggio senza meta nè ritorno.
Lo so: vaneggio.
Il punto è che oggi vorrei scappare dall'idea di me stessa e m'illudo che basti un giro intorno al mondo.

1 commento:

valeria ha detto...

il miglior viaggio che si possa fare nella vita, il più vero, il più grande, è forse quello intorno e dentro sè..nessuna sponda straniera può reggerne il confronto..
se stessi e solo se stessi..
buon viaggio :D

Related Posts with Thumbnails