lunedì 14 giugno 2010

Home sweet home

Reduce da un week end ASSAI impegnativo nel quale l'unica cosa che avevo programmato da settimane di fare, non l'ho fatta, ma sono ugualmente soddisfatta.
Sabato mattina sono andata a fare un veloce soprallugo nella nostra nuova casetta, per controllare che tutto fosse in ordine e annotarmi per bene il numero di prese varie in sala. Sarei anche dovuta passare al Brico con mio padre per cercare un qualche solvente per staccare la carta da parati, ma non siamo riusciti ad organizzarci ed alla fine ho mandato lui e mia madre a Leroy Merlin con un pezzo della carta incriminata mentre io ho atteso l'orario di recupero Luca, che era al lavoro, per poter poi insieme andare ad una svendita di lampade Artemide.
Nella nuova sala purtroppo abbiamo la possibilità di mettere solo lampade da terra e non lampadari..e le lampade in questione tipicamente fanno davvero pena: lunghi e tristi steli neri o abat-jour troppo cresciute che non fanno luce.
Sperando in un miracolo e, visto che Artemide fa cose davvero belle, siamo andati in quel di Pregnana Milanese.
Il viaggio è stato un'impresa per me, tanto che dalla tensione mi è venuto un crampo al piede e ci siamo dovuti fermare per farmi camminare. Un disastro, ma almeno siamo arrivati tutti interi.
C'erano davvero un sacco di bellissimi lampadari, ma alla fine siamo tornati a casa con l'applique per l'ingresso e il lampadario della camera da letto. La sala è ancora condannata alle tenebre.
In compenso i nostri acquisti sono favolosi:
Lampada "Edge" per l'ingresso
Lampadario "Melissa" per la camera da letto
Le avevamo già notate sul catalogo Artemide e quindi siamo veramente soddisfatti!
Tornare a casa è stato più complicato, fra strade sbagliate e un pezzo in contromano che mi ha gettata nel panico totale. Stanca, stressata e un po' spaventata dal traffico, quando Luca, con una calma oltremodo irritante per me, mi ha detto "certo che guidi in modo strano", sono scoppiata: urla isteriche, pianto e tachicardia. Vabbeh, almeno l'uomo ha capito che se non guido non è per pigrizia, ma per puro ed autentico terrore.
Tornati a casa ho deciso che per l'uscita serale avrei preso i mezzi e così a casa di mio cugino per cena ci siamo andati in tram..ero veramente a pezzi!
Domenica mattina siamo riusciti a dormire sino alle 9, un vero record, soprattutto per Luca e poi siamo andati ad affrontare la carta da parati. L'idea era di scrostarla noi con calma e pazienza, magari mettendoci un po' di tempo, ma comunque tentando di risparmiare i costi della manodopera. Illusi.
Nonostante reiterati tentativi da parte anche dei miei ci siamo dovuti arrendere all'evidenza: due strati di carta da parati non ne vogliono proprio sapere di staccarsi.
Ci toccherà rivolgerci a qualcuno di esperto ora sperando di non spendere un capitale.
Nel pomeriggio Luca ha suggerito di fare un salto all'Ikea per cercare la famosa lampada da terra.
Io, dopo aver un po' smoccolato dentro di me perchè avrei dovuto prendere di nuovo la macchina e pure in tangenziale, mi son fatta coraggio e mi sono messa alla guida.
Per fortuna è andato tutto liscio e con estrema calma siamo giunti a destinazione senza problemi.
La lampada ovviamente non l'abbiamo recuperata, in compenso FORSE abbiamo trovato l'armadio per la camera:
 
Molto semplice, ma davvero d'effetto con l'ombra appena accenanta dei fiori di cigliegio. Ora dobbiamo solo prendere un po' di misure, fare 2 conti (DOH!) e continuare la ricerca della lampada da terra.
Comunque mi ritengo veramente soddisfatta: sono certa che la nostra casa verrà benissimo!
La domenica sera? Spaparanzati sul divano a guardare "Piovono polpette" e buona notte a tutti!

1 commento:

Elisond ha detto...

Come ti capisco... stiamo facendo gli stessi giri!!!! Fantastico!
Verrà bellissima.

Un abbraccio

Elisond

Related Posts with Thumbnails